Home » Apprendimento » Sbocchi lavorativi per chi conosce le lingue

Studiare lingue non serve solo a diventare insegnante, traduttore o interprete, ma può potenzialmente aprirti numerose strade diverse da queste.

Infatti, a seconda delle università di lingua e della facoltà di lingua frequentata, potrai avere diversi sbocchi lavorativi.

Se stai cercando di capire quali sono, questo è l’articolo adatto.

Insegnante di lingua straniera

Cosa fa: un insegnante di lingua straniera si occupa di insegnare una o più lingue ai propri alunni.

Come diventarlo: se vuoi diventare un insegnante di lingua straniera presso un’università o una scuola (a maggior ragione se pubbliche), devi svolgere studi specifici come ad esempio ottenere specializzazioni relative all’insegnamento. Se invece vuoi lavorare come insegnante privato con partita IVA, ti basterà sapere la lingua che vuoi insegnare in quanto non è richiesta una specializzazione per dare ripetizioni.

Guadagno medio: mediamente un insegnante di lingua guadagna dai 1200 ai 2500 euro al mese a seconda della lingua insegnata e dal posto di lavoro (istituzioni, scuole o università).

Esperto in traduzione e localizzazione

Cosa fa: un traduttore si occupa di tradurre prodotti da una lingua a un’altra, molto spesso tenendo conto anche dei fattori culturali.

Come diventarlo: per lavorare come traduttore dovrai ottenere una laurea in lingue, meglio ancora se una magistrale in traduzione specialistica. In base al tipo di lavoro di traduzione, potrebbero servire corsi e/o specializzazioni aggiuntive.

Guadagno medio: mediamente un traduttore guadagna 1450€ al mese, ma la cifra può variare di molto (in positivo) in base alle lingue in cui si traduce, in base al tipo di traduzione, e in base all’azienda in cui esso lavora. i traduttori freelance, invece, generalmente guadagnano dai 0,03€ ai 0,06€ lordi a parola (ovvero dai 30€ ai 60€ per ogni 1000 parole tradotte).

Interprete

Cosa fa: un interprete, o traduttore simultaneo, si occupa di tradurre in tempo reale ciò che viene detto in un discorso o in una conferenza.

Come diventarlo: per lavorare come interprete è necessario ottenere una laurea specialistica in interpretariato.

Guadagno medio: generalmente gli interpreti guadagnano intorno ai 1500€ al mese, ma il guadagno dipende dal contesto lavorativo, dall’esperienza dell’interprete, e anche dalle lingue in cui esso traduce simultaneamente.

Assistente di volo

Cosa fa: un assistente di volo, o steward, assiste i passeggeri durante il volo, deve fare in modo che l’ambiente sia sicuro, confortevole, e deve fornire primo soccorso qualora sia necessario.

Come diventarlo: per diventare steward è necessario sapere molto bene l’inglese (e possibilmente altre lingue), ed è necessario seguire dei corsi specifici. A seconda della compagnia aerea possono esserci anche dei requisiti a livello estetico, come ad esempio avere una certa altezza.

Guadagno medio: a seconda della compagnia aerea, uno steward può arrivare a guadagnare anche oltre 2000€ al mese.

Guida turistica

Cosa fa: una guida turistica si occupa di accompagnare i turisti nel viaggio fornendo loro informazioni e curiosità riguardo i luoghi visitati.

Come diventarlo: oltre a conoscere le lingue, è necessario che la guida turistica abbia ottenuto una laurea e/o specializzazione relativa al turismo.

Guadagno medio: a seconda della stagione e del tipo di turismo, una guida turistica guadagna mediamente dai 1300€ ai 1700€ al mese.

Redattore per aziende internazionali

Cosa fa: un redattore si occupa di scrivere, correggere e/o perfezionare testi per conto di aziende che operano in campo internazionale.

Come diventarlo: generalmente non è richiesta una laurea in lingue, ma basta una certificazione che provi la tua abilità nell’esprimersi in lingua, oltre che un’ottima competenza comunicativa e di scrittura. Tuttavia, potrebbe essere richiesta una specializzazione per fare carriera.

Guadagno medio: mediamente un redattore o copywriter guadagna intorno ai 1500€ al mese a seconda dell’azienda.

Ricercatore linguistico

Cosa fa: i ricercatori linguistici lavorano in ambito accademico per studiare tutto ciò che concerne le lingue e/o una lingua specifica, in modo da capirne meglio l’evoluzione nel tempo, la struttura, la fonetica, e la cultura del luogo in cui si parla.

Come diventarlo: per diventare un ricercatore è necessaria una laurea specialistica correlata alla linguistica, e/o un dottorato di ricerca.

Guadagno medio: i ricercatori in ambito accademico guadagnano mediamente tra i 1400€ e i 1900€ al mese. Tuttavia, la cifra potrebbe essere più alta se si parla di ricercatori senior.

Responsabile delle relazioni internazionali

Cosa fa: un responsabile delle relazioni internazionali è una figura che fa da tramite tra l’azienda e i suoi partner internazionali. Si occupa (tra le altre cose) della gestione dei contratti e l’organizzazione di eventi, meeting e viaggi internazionali.

Come diventarlo: oltre a parlare bene le lingue, è necessaria spesso una laurea in comunicazione, scienze politiche o pubbliche relazioni.

Guadagno medio: a seconda del tipo di azienda e dalla grandezza della stessa, un responsabile delle relazioni internazionali può guadagnare dai 1600€ ai 2000€ al mese.

Consulente linguistico e culturale

Cosa fa: un consulente linguistico si occupa di guidare le aziende verso nuovi mercati esteri, e affermare la presenza aziendale nei mercati in cui già essa opera.

Come diventarlo: un consulente linguistico deve avere una profonda conoscenza sia della lingua, che del tessuto sociale e culturale dei paesi in cui propone consulenze. È quindi necessaria, spesso, una laurea in mediazione linguistica con specializzazioni correlate al marketing.

Guadagno medio: generalmente, un consulente linguistico guadagna circa 1500€ al mese.

Avvocato di diritto internazionale

Cosa fa: un avvocato specializzato in diritto internazionale fornisce consulenze e supporto legale alle aziende che operano a livello mondiale.

Come diventarlo: per questo tipo di professione (oltre alle lingue) è necessaria una laurea in giurisprudenza, con specializzazione in diritto internazionale e/o diritto commerciale.

Guadagno medio: dipendentemente dal livello e dall’esperienza, un avvocato di diritto internazionale può guadagnare dai 3000€ agli 8000€ al mese.