Home » Apprendimento » Quante lingue si possono imparare durante la vita?

L’essere umano medio può imparare fino a cinque lingue con un alto livello di competenza. Tuttavia, se si includono anche le lingue parlate con meno competenza, esistono alcuni casi documentati di iperpoliglotti che sono stati in grado di imparare oltre 50 lingue nel corso della loro vita.

In ogni caso, bisogna sempre considerare che la percezione sul “conoscere una lingua” può variare da persona a persona. Infatti, una persona può dire di conoscere 10 lingue, ma queste possono venire meno a seconda del contesto.

Ad esempio, se di quelle 10 lingue solo 3 sono ad un livello adeguato, la percezione dell’esaminatore di un colloquio di lavoro suggerirà ad esso che quella persona conosce solo 3 lingue, e non 10.

Quindi, prima di addentrarci nell’articolo devi tenere a mente che più lingue conosci, meno alto sarà il tuo livello generale in ognuna di esse. Per questo se senti parlare di persone in grado di parlare oltre 20 lingue, devi sempre considerare il fatto che non sono fluenti in tutte e 20.

Esempi di poliglotti che hanno imparato tante lingue

Tra alcuni dei più famosi poliglotti possiamo trovare Lomb Kató, Timothy Doner e Mikhail Bakhtin.

Un altro nome molto presente nel mondo dell’apprendimento linguistico è Steve Kaufmann, poliglotta che parla oltre 20 lingue. Steve ha dedicato la vita a imparare lingue, e ora cerca di aiutare gli altri a impararle attraverso l’app LingQ, di cui è co-fondatore.

Se invece parliamo della persona che è riuscita a imparare più lingue in assoluto, questa è Emil Krebs (iperpoliglotta vissuto a cavallo tra il 1800 e il 1900) che nel corso della sua vita è riuscito ad apprendere un totale di 68 lingue.

Come ha fatto Emil Krebs a imparare 68 lingue?

Emil Krebs fu un’eccezione alla regola quando si parla di iperpoliglotti.

Ha dedicato tutta la sua vita all’apprendimento linguistico, e nel tempo ha sviluppato un approccio tutto suo che trova però similitudini con i metodi di apprendimento moderni.

Da quello che si conosce di Emil Krebs, aveva un approccio intensivo allo studio della lingua, tanto che riusciva a studiare per ore e ore, passando all’evenienza anche da una lingua all’altra.

Oltre allo studio, però, Emil Krebs ha anche viaggiato molto. Questo passaggio è fondamentale, perché gli dava la possibilità di interfacciarsi con persone e luoghi che sarebbero stati altrimenti irraggiungibili per la sua epoca dato che non esistevano nè internet nè smartphone.

Inoltre, quando studiava una lingua, cercava sempre di avere un approccio naturale. Preferiva imparare le lingue come i bambini, ovvero ascoltando e ripetendo ciò che dicevano i madrelingua e gli insegnanti.

In estrema sintesi, quello che faceva Emil Krebs era approcciare la lingua in maniera naturale. Questi fattori, insieme alla sua passione per le lingue e la sua grande motivazione, gli hanno permesso di diventare uno dei poliglotti più famosi della storia.

Qual è il metodo di apprendimento preferito dai poliglotti?

Il metodo di apprendimento preferito dai poliglotti è quello naturale, in quanto permette di apprendere senza fatica le basi della lingua, e dare una marcia in più sul lungo periodo.

Tra i diversi metodi di apprendimento linguistico, questo è sicuramente il più indicato per apprendere una o più lingue ad un buon livello.

Ad oggi esistono numerosi servizi che sfruttano questo tipo di approccio, tra cui Pimsleur che è uno tra i più famosi. Se vuoi leggere la recensione di Pimsleur, clicca qui, altrimenti se preferisci dare un’occhiata di persona e farti una tua opinione, Pimsleur offre una lezione gratuita.

Tutto ciò che dovrai fare è andare sul loro sito, selezionare il corso di lingua desiderato, e cliccare “try a free lesson” per avere un accesso gratuito alla prima lezione.