Home » Migliori App » Migliori servizi per imparare lingue straniere con l’intelligenza artificiale

Ad oggi esistono numerose app e servizi per imparare lingue, ma ancora poche di queste sfruttano i nuovi orizzonti dell’intelligenza artificiale.

In questo articolo troverai le migliori che, in un modo o nell’altro, fanno uso di IA.

Per riassumere il contenuto del post, ecco qui la lista delle migliori app per imparare lingue con l’Intelligenza artificiale:

  1. Mosalingua: la migliore a tutto tondo
  2. Memrise: buon chatbot interattivo
  3. Babbel: ottimo rapporto qualità/prezzo
  4. Duolingo: per un assistente di lingua AI
  5. ChatGPT: per un’esperienza più flessibile
  6. Rosetta Stone: ottima IA per affinare la pronuncia

App e servizi per imparare lingue con l’Intelligenza Artificiale

1. Mosalingua

logo app mosalingua

Mosalingua offre numerosi corsi di lingua, ma il sui punto di forza nell’ambito dell’intelligenza artificiale è il suo Chatbot. Il chatbot di Mosalingua, chiamato Mosachat AI, è tra i più avanzati e migliori sul mercato. Se vuoi provarlo, Mosalingua fornisce 14 giorni di prova gratuita.

Visita Mosalingua

2. Memrise

logo dell'app memrise

Membot è un chatbot di proprietà di Memrise, nota app per imparare lingue, che sfrutta il modello di linguaggio GPT-3. Memrise ti offre la possibilità di praticare la lingua target in maniera ludica sia attraverso la conversazione, sia attraverso quiz e giochi. Un vantaggio di Membot rispetto ad altri servizi, è la sua capacità di parlare.

Visita Memrise - Per evitare tutto ciò che potrebbe non servirti in una lingua!

3. Babbel

logo di babbel

Il servizio fornito da Babbel fa ampio uso dell’intelligenza artificiale nel settore del riconoscimento vocale, conferendo così una notevole efficacia agli esercizi di pronuncia. Oltre a questo, su Babbel sono disponibili 14 corsi linguistici, ma con un abbonamento all’app è possibile accedere solo a uno di essi.

Visita Babbel

4. Duolingo

logo dell'app duolingo

Se sei residente in un paese tra Australia, Canada, Irlanda, Nuova Zelanda, Regno Unito e Stati Uniti, e possiedi un dispositivo iOS, potrai accedere a Duolingo Max. Con Duolingo Max potrai farti spiegare le risposte direttamente dall’IA di Duolingo, oppure fare del roleplay in lingua. Dove disponibile, il costo di questo servizio è di 29,99$ al mese.

Visita Duolingo - Non esiste un servizio più user-friendly!

5. ChatGPT

logo di chatgpt (openAI)

ChatGPT è un’IA generativa con la quale puoi conversare in ogni lingua in maniera interattiva. ChatGPT è inoltre in grado di darti feedback, creare esercizi personalizzati, correggerti e spiegarti la teoria grammaticale della lingua che stai studiando. Una pecca però, è che ChatGPT non “parla”, quindi non potrai praticare l’ascolto.

Prova ChatGPT

6. Rosetta Stone

logo dell'app rosetta stone

Rosetta Stone è uno dei servizi di IA migliori per imparare lingue. Su Rosetta Stone puoi contare sul TruAccent, ovvero un software brevettato altamente specializzato sul riconoscimento vocale. Rosetta Stone ti permetterà di imparare oltre 20 lingue, ma il servizio risulta essere tra i più costosi in circolazione.

Visita Rosetta Stone (50% di sconto fino al 30/09/24)

Posso imparare una lingua utilizzando solo le IA?

Al momento le Intelligenze Artificiali non sono abbastanza avanzate per sostituire gli insegnanti e i corsi di lingua tradizionali.

Ciò si evidenzia dalla mancanza totale di corsi di lingua e app per imparare lingue completamente basati sull’IA al 100%. Attualmente, molte app che utilizzano l’IA la incorporano come supporto all’apprendimento, non come l’unico metodo di insegnamento.

Inoltre, le IA sul mercato (al momento) non riescono a comprendere le sfumature culturali o il sarcasmo, e hanno difficoltà a replicare gli accenti.

Per questo motivo, imparare una lingua utilizzando solo l’IA è molto difficile. Prima o poi, avrai bisogno di trovare un tutor madrelingua o un tandem linguistico che ti possa aiutare a praticare la lingua di studio.

Le IA sono affidabili quando si tratta di imparare lingue?

Le Intelligenze Artificiali non sono sempre affidabili per lo studio delle lingue.

Le eccezioni sono rappresentate dalle IA che hanno subito un addestramento diretto e specializzato nell’apprendimento linguistico, mentre al contrario le IA risultano inaffidabili per qualsiasi lingua diversa dall’inglese.

Il motivo di tutto ciò è che sono comunemente addestrate in inglese, e ragionano in lingua inglese. Quindi, quando si chiede qualcosa in italiano a un’IA, essa legge la domanda in italiano, la traduce internamente in inglese, genera una risposta interna in inglese, la traduce di nuovo e fornisce la risposta in italiano.

Questo processo, sebbene spesso eseguito con precisione, può comportare errori di traduzione, imprecisioni e generare frasi sintatticamente confuse (spesso quando si chiede all’IA di tradurre una frase, e non di generarla a seguito di una domanda).

Pertanto, è consigliabile non affidarsi completamente alle IA per l’apprendimento delle lingue, ma utilizzarle come strumenti di supporto aggiuntivi.

Pro e contro di usare le IA per imparare lingue

Pro

  • Puoi personalizzare l’apprendimento
  • I chatbot imitano bene i madrelingua
  • Metodo innovativo per imparare lingue

Contro

  • Le IA potrebbero fare errori con lingue diverse dall’inglese
  • Non capiscono il sarcasmo e altri elementi “umani” del linguaggio
  • Manca il feedback umano
  • Non sono in grado di imitare le sfumature culturali della lingua

Come fanno le app per imparare lingue a sfruttare l’AI?

Le app per imparare lingue sfruttano i sistemi di intelligenza artificiale in tre modi:

  • Chatbot
  • Algoritmi
  • Riconoscimento vocale

I chatbot sono essenzialmente degli assistenti virtuali madrelingua, che generano risposte uniche e originali ad ogni domanda o interazione con l’utente. Quando fanno utilizzo di Intelligenza Artificiale, i chatbot sono in grado di ricreare conversazioni realistiche, permettendo a chiunque di praticare e migliorare le loro abilità linguistiche.

Le app per imparare lingue sfruttano numerosi algoritmi, soprattutto quando c’è bisogno di capire cosa un utente ha bisogno di ripassare o ripetere. Questi algoritmi, spesso utilizzati con le flashcards, sfruttano la teoria della Ripetizione Dilazionata (o “Spaced Repetition System” in inglese) che pianificano la revisione di parole o concetti in momenti specifici, massimizzando l’efficacia dell’apprendimento nel tempo.

Quando invece si parla di Riconoscimento Vocale, si fa riferimento a un software (spesso allenato con un’Intelligenza Artificiale) che consente agli utenti di perfezionare la pronuncia attraverso feedback in tempo reale.

Come sfruttare le IA per imparare le lingue

Se l’IA è integrata all’interno di un’app (come nel caso di Memrise o Duolingo) non dovrai pensare a “come” scrivere le cose in quanto l’IA è già stata allenata dal team di sviluppo dell’app, e capisce benissimo il contesto in cui sta lavorando.

Tuttavia, se preferisci utilizzare servizi che ti offrono un’IA “grezza” (come nel caso di Chat GPT di Open AI), è necessario imparare l’arte del prompting.

Un “prompt” in parole semplici è un comando (in questo caso una frase) che l’utente fornisce all’Intelligenza Artificiale, al fine di ottenere una risposta da quest’ultima.

In altre parole, se vuoi sapere come si dice “ciao” in inglese, il prompt che fornirai all’AI sarà:

  • “come si dice <ciao> in inglese?”

Prompt su ChatGPT (esempio 1)

So cosa stai pensando… “Tutto qui? Non ci vuole nulla: faccio domande all’IA, e questa mi risponde”.

Ed è proprio qui che ti sbagli! Questo approccio funziona bene se la richiesta non è nulla di particolarmente complesso, ma se vuoi spremere le potenzialità dell’IA devi sapere come chiedere le cose.

Ad esempio, se chiedi all’IA di tradurre “ciao” in 5 lingue, potresti chiederle di sistemare i dati in una tabella. Ad esempio:

  • Come si dice ciao in inglese, francese, spagnolo, tedesco e portoghese? Crea una tabella: nella prima colonna voglio le lingue, mentre nella seconda le relative traduzioni di “ciao”.

Prompt su ChatGPT (esempio 2)

Oppure puoi chiedere all’IA di organizzare la risposta in un certo modo. Per esempio puoi usare un prompt tipo:

  • Come si dice ciao in inglese, francese, spagnolo, tedesco e portoghese? Forniscimi le risposte nel seguente formato: [LINGUA]: [TRADUZIONE]

Prompt su ChatGPT (esempio 3)

Vuoi un altro esempio delle potenzialità di un’IA? In questo caso puoi chiedere anche di mettere il “ciao” tradotto in una frase, e poi la frase all’interno di una tabella.

  • Come si dice ciao in inglese, francese, spagnolo, tedesco e portoghese? Puoi mettere le traduzioni all’interno di una frase? Poi, puoi mettere tutte queste informazioni in una tabella con tre colonne? Nella prima voglio le lingue, nella seconda il “ciao” tradotto, mentre nella terza la frase di esempio.

Prompt su ChatGPT (esempio 4)

Insomma, credo di aver reso l’idea. Questi sono solo alcuni esempi, e ovviamente potrebbero non funzionare su tutte le IA in quanto ognuna ha le sue potenzialità. Ma se l’IA supporta questo tipo di prompt, bisogna capire anche come chiederle le cose in modo da ottenere una risposta di estrema qualità.

Prompt per imparare lingue con le IA

Il modo migliore di chiedere le cose alle IA, è quello di dividere la richiesta in piccole task singole. Come hai letto nella sezione precedente dell’articolo, il prompt è sempre stato diviso in sezioni: in una sezione specificavo la richiesta principale, mentre nelle seguenti spiegavo all’IA come realizzarla.

Quindi, per creare un buon prompt devi tenere in considerazione questi 4 fattori:

  • Il contesto
  • Stabilire i ruoli
  • Richieste specifiche
  • Come iniziare

Dare un contesto all’IA: cosa vuoi che faccia l’IA in linea generale? Tradurre qualcosa? Fare roleplay? Correggere un esercizio? Fornirti informazioni riguardo la grammatica di una lingua?

Stabilire i ruoli utente-IA: cosa deve fare l’IA, e cosa deve fare l’utente. spiega bene all’IA cosa deve fare, e se hai bisogno di interagire con essa, spiegale anche quale sarà il tuo ruolo all’interno dello scambio di battute.

Richieste specifiche: vuoi che le informazioni vengano mostrate in un certo modo? Vuoi una tabella? vuoi che l’IA usi un certo registro linguistico? magari usare una variante specifica di una lingua. Usare registro linguistico altolocato, oppure da strada

Cosa deve fare l’IA dopo il prompt: Cosa deve fare l’IA nel primo messaggio dopo il prompt.

Prompt utili per imparare lingue

Questi prompt sono degli esempi (funzionanti) che ho testato personalmente su ChatGPT.

ChatGPT è al momento l’IA più avanzata al mondo, quindi questi prompt potrebbero non funzionare con altre IA.

Ovviamente, sei libero di copiare e incollare il prompt, e anche di modificarlo per soddisfare le tue esigenze se lo desideri.

Prompt per esercizio di traduzione

Facciamo roleplay: Tu sei un’insegnante di lingua inglese, e io sono il tuo studente italiano che parla italiano.

Devo esercitarmi a tradurre testi dall’inglese all’italiano, quindi mi dovrai fornire una frase in inglese di almeno 20 parole, e io la dovrò tradurre in italiano.

Una volta che ti fornirò la traduzione, dovrai controllarla, correggerla, farmi sapere dove ho sbagliato e suggerirmi una traduzione migliore.

Vorrei inoltre che tu dividessi le traduzioni in 3 livelli di difficoltà: facile, intermedio, difficile. Io, di volta in volta, ti dirò il grado di difficoltà della traduzione che dovrai sottopormi.

Iniziamo con una traduzione di livello facile.

Prompt per esercizi di lettura

Facciamo roleplay: Tu sei un’insegnante di lingua giapponese, e io sono il tuo studente italiano che parla italiano

Devo esercitarmi sui kana giapponesi, quindi vorrei che tu mi mostrassi un kana alla volta, e io dovrò scriverlo in romaji.

Non andare in ordine, mostrami kana casuali ogni volta sennò è troppo facile!

Se faccio un errore, chiedimi di correggere ciò che ho scritto. Se invece do la risposta corretta, fammelo sapere e proponimi il prossimo kana.

I kana devono essere mostrati nel seguente modo: [HIRAGANA] / [KATAKANA]

Prompt per esercitarsi nella conversazione

Facciamo roleplay: Tu sei madrelingua spagnolo, e io sono uno studente italiano che vuole imparare lo spagnolo.

Vorrei esercitarmi nella conversazione, potresti conversare con me in spagnolo?

Se commetto un errore, vorrei che me lo facessi notare.

Le conversazioni devono essere verosimili, quindi inizia salutandomi e presentandoti.